Si terrà il 25 febbraio, in Club House, l’evento di presentazione degli obiettivi della stagione 2024 e delle nuove maglie per la Serie B.
Un momento di incontro e confronto tra società, giocatori, sponsor, partner e amici della Rugby Bergamo 1950, in un’ottica di condivisione della visione e dell’energia che caratterizzano (e continueranno a farlo in futuro) la squadra bergamasca.

Durante l’evento, i rappresentanti della società illustreranno in maniera dettagliata i propositi chiave per la stagione: il raggiungimento di determinati risultati in campionato, la promozione di giovani talenti e la volontà di continuare a crescere, a ogni livello e sotto ogni prospettiva.

E per le maglie? La loro scelta ha rappresentato un momento cruciale nella costruzione dell’identità della squadra. La Rugby Bergamo, con la sua storia e una sempre crescente base di tifosi, sa quanto sia importante creare una divisa che incarni i valori del club e rispecchi la determinazione dei giocatori sul campo, e così è stato fatto.

L’appuntamento è fissato per domenica 25 febbraio alle ore 11:00. Dopo la conferenza stampa di presentazione, si terrà un pranzo in Club House e alle 14.30 è prevista la prima partita di Serie B con le nuove maglie (Rugby Bergamo 1950 vs CUS Genova). Vi aspettiamo!

“Bergamo – Brescia 2023. Storie di sport, storie di città” è un progetto di Rugby Bergamo 1950 e ISREC – Istituto Bergamasco per la Storia della Resistenza e Dell’Età Contemporanea, in collaborazione con realtà rugbistiche bresciane e Fondazione Micheletti, è stata ed è l’occasione per approfondire il tema degli sport minori come anelli di congiunzione e opportunità di esplorazione della città: racconti di persone e di luoghi spesso dimenticati che hanno contribuito a plasmare il coraggio, lo spirito di squadra, la ponderazione e la visione come elementi distintivi dei cittadini lombardi.

Dopo aver fatto incontrare storici rugbisti e giovani leve nel camp estivo della Rugby Bergamo nell’estate 2023 e aver portato alla luce la specificità del rugby bergamasco e provinciale con il torneo Memorial Berta Beretta, siamo carichi per questo nuovo anno all’insegna di sfide e novità.

Tra queste, per il 2024, il progetto punta ad allargarsi. Si aggiungono le preziose testimonianze anche di vecchi giocatori dell’area bresciana e due eventi di minirugby, programmati per il 18 febbraio 2024 a Bergamo e il 10 marzo 2024 a Brescia, che coinvolgeranno oltre 250 giovani partecipanti, accompagnati dalle rispettive famiglie.
Questi appuntamenti, dedicati ai giovani atleti, saranno seguiti da ulteriori eventi rugbistici dedicati ai ragazzi più grandi, ma il focus di tutti gli eventi resta chiaro e netto: promuovere l’amicizia e la collaborazione tra le comunità rugbistiche di Bergamo e Brescia e dimostrare come l’unione che nasce dallo sport sia un collante indissolubile basato sulla condivisione di una passione.

Per la riuscita di questa iniziativa, un pensiero e un grazie vanno a tutte le donne e gli uomini che, nei loro territori, hanno trasmesso con tenacia i valori che il rugby può e deve offrire, contagiando adolescenti e adulti con l’ardore per lo sport e la sua capacità di insegnare lezioni di vita indelebili.

Tre, due, uno, via! Con il fischio d’inizio è partito ufficialmente il conto alla rovescia per il Natale 2023: la pausa meritata dagli allenamenti e dalle partite prima di ripartire alla carica nel nuovo anno e concludere la stagione con successo.

Nella famiglia di Rugby Bergamo 1950 le feste hanno un valore aggiunto. Vediamo in questo periodo l’occasione per fermarci e riflettere. Abbiamo il tempo di chiederci: alla fine di questo meraviglioso anno, a chi vogliamo dire grazie?
Conosciamo bene la risposta. Siamo grati ai nostri ragazzi, dai bambini fino agli atleti della Serie B e C, ai genitori, ai tifosi e, più in generale, a tutti quelli con un cuore che batte forte per il rugby.

Cosa sarebbe Rugby Bergamo 1950 senza gli instancabili giocatori, senza le mamme e i papà che con impegno accompagnano i figli agli allenamenti, senza i fan che credono nel team? Per tutti i nostri amici abbiamo ideato una linea di prodotti con cui fare meta sotto l’albero: dalla maglietta, allo zaino fino alla sciarpa brandizzata di Rugby Bergamo 1950.

Abbiamo pensato proprio a tutti: anche le amiche e le mamme che non si perdono nemmeno un match potranno indossare la t-shirt personalizzata ed esultare insieme a ogni punto conquistato.

Porta Rugby Bergamo 1950 nel tuo Natale e scegli come dire “grazie” alle persone che ami.

Visita il nostro shop

Lo sport è il miglior alleato della salute. Per noi il rugby, praticato a qualsiasi età e a tutti i livelli, è la porta d’accesso al benessere psicofisico e alla difesa dalle malattie dovute alla mancanza di forma fisica o a uno stile di vita poco sano.

Per questo motivo, come ogni anno, anche nel 2023 aderiamo al movimento Movember, nato in Australia e ideato da un gruppo di giocatori della disciplina ovale. L’iniziativa, il cui nome è la fusione delle parole inglesi “moustache” (baffi) e “november”, è diventata con il tempo un vero e proprio fenomeno mondiale in grado di attirare l’attenzione di giovani e adulti sull’importanza della prevenzione dei tumori alla prostata e ai testicoli.

Il merito è sicuramente anche del motto, diretto e travolgente: “Change the face of men’s health” che letteralmente significa “Cambia volto alla salute degli uomini”. Da qui la challenge singolare: durante il mese di novembre gli uomini sono invitati a farsi crescere i baffi, un segno per ricordare che è importante prendersi cura di sé ed effettuare con costanza specifiche visite di check up.

Sulla scia dell’energia condivisa dalla community internazionale di Movember, Rugby Bergamo 1950 ha organizzato una serata di raccolta fondi devoluti all’organizzazione di volontariato MOVEMBER ITALIA ODV (MO4MO), da sempre impegnata nella prevenzione delle malattie oncologiche maschili. Per l’appuntamento, che si è tenuto venerdì 10 novembre dalle 21.00 in Club House, è stato ideato dallo staff un cocktail speciale, il Movember CH 2023.

Non è mancato il nostro barbiere di fiducia, Lino Old Barber, ormai partner fisso dell’iniziativa, che ha fornito gratuitamente il servizio di taglio o regolazione di barba e baffi ai presenti. Per concludere il venerdì sera al meglio, sono state anche vendute le magliette celebrative di Movember 2023 (disegno di Massimiliano Passanisi).

Una giornata di grande sport per 240 bambini uniti dall’amore per il rugby. Non bastano le parole per descrivere l’emozione che ogni anno proviamo nell’organizzare il Memorial Berta Beretta, torneo nato nel 2008 e dedicato a Eugenio Berta e Luciano Beretta, pilastri della Rugby Bergamo 1950 che in vita investirono tante delle loro energie, con grande successo, nella missione di diffusione della disciplina ovale in città e in tutta la provincia.

L’appuntamento, ormai una ricorrenza per tutte le società rugbistiche del territorio, ha radunato giocatori fino ai dodici anni accompagnati da allenatori, staff tecnico e genitori. L’edizione 2023, tenutasi domenica 5 novembre al Campo Sghirlanzoni non ha smentito le aspettative: divertimento, adrenalina e amicizia nel ricordo, doveroso, dei due allenatori. In campo i giovani talenti, distribuiti in quattro categorie, hanno saputo regalare grandi soddisfazioni e autentica energia a chi ha assistito ai vari match.
A partire dalle ore 10.00 si sono sfidati gli atleti delle categorie Under 6, Under 8, Under 10. Alle 14.30 è stato il turno dei più grandi, gli Under 12.

Le risate e l’energia dei bambini hanno contagiato tutti i presenti, compresi i volontari, che hanno permesso il successo della giornata. Alla fine, un premio da condividere tutti insieme: il terzo tempo, rito canonico anche per i bimbi.

Come previsto anche quest’anno il Memorial Berta Beretta ha lasciato il segno: un altro ricordo indelebile che si aggiunge alla storia della Rugby Bergamo 1950!

Esplosivi, grintosi e tenaci. I giocatori dell’Highland Rugby Club, società di Inverness militante nella National League scozzese, sono un puro concentrato di energia e tecnica. Ne hanno dato una magnifica prova martedì 10 ottobre in campo allo Sghirlanzoni di Bergamo, ospiti di Rugby Bergamo 1950.
Il XV scozzese e l’Orobic Rugby Team si sono sfidati fino all’ultimo minuto, dimostrando di poter essere amici e avversari allo stesso tempo. I cuori orobici e scozzesi si sono incontrati in un match – vinto dai nostri – ad armi pari, che ha sancito l’inizio di una nuova avventura: da quest’anno è infatti attivo il gemellaggio tra i due team.

Una scelta che non è solo simbolica. Si tratta di una grande occasione di crescita sportiva, di apprendimento e di scambio culturale che arricchirà l’esperienza della nostra Under 18. Diversi sono i motivi che hanno dato vita a questa alleanza. Oltre alla forte stima reciproca tra coach e giocatori, le due squadre sono unite dalla comunione di intenti: essere un punto di riferimento promuovendo l’importanza dello sport quale strumento di inclusione e contribuendo al benessere psicofisico delle persone.

Fatica, impegno ma anche tanto divertimento: in questa esperienza non mancheranno le occasioni di svago per coltivare nuove amicizie. Il luogo migliore dopo il campo? La Club House, immancabile anche a Inverness.

Sono stati scritti migliaia di libri, saggi, approfondimenti su come migliorare la comunicabilità in un team, sul valore della leadership inclusiva, sull’utilità dell’intelligenza emotiva. L’obiettivo alla fine è sempre lo stesso: unire le persone che lavorano nel medesimo ufficio, creare il mood giusto per far star bene le persone tra loro e con sé stesse. Un traguardo che ha effetti più che positivi sulla performance: se trionfa l’intesa tra colleghi si può superare anche la giornata più nera.

C’è uno strumento che sarà sempre infallibile: lo sport, l’occasione perfetta di confronto e condivisione di valori universali quali rispetto, lealtà, altruismo e sacrificio.
Rubgy Bergamo 1950 offre alle aziende la possibilità di far vivere ai propri collaboratori un’esperienza direttamente sul campo. Un’intera giornata di team building per migliorare il clima organizzativo, favorendo la collaborazione e riducendo i conflitti, attraverso l’apprendimento di tecniche di comunicazione efficace, di problem solving creativo e di decision making.

Il rugby applicato alle dinamiche aziendali: chi lo avrebbe mai detto?! Invece è proprio vero e funziona. Il successo di questo format è dato dalla sua formula suddivisa in tre momenti: sessione in aula, sul campo e terzo tempo.

Sessione in aula

La giornata inizia tra i banchi di scuola, ma non ci saranno lezioni noiose. Lo staff di Rugby Bergamo 1950 proietterà l’aula nel magico mondo del rugby, tra storia, tradizione e aneddoti imperdibili. Una volta creata un’atmosfera coinvolgente sarà il momento della teoria: dalle logiche di gruppo, alla definizione di interdipendenza, all’importanza di saper valorizzare l’unicità e le specifiche skills di ogni membro del team.

Sessione sul campo

Sarò il momento della carica e dell’energia che terminerà con una fase tattica di Tag Rugby: la prova del nove in cui si metterà in pratica quanto appreso nel corso della mattinata. Attraverso attività fisiche pensate per essere svolte da tutti (anche i meno allenati), saranno utilizzate le metodologie tipiche del rubgy per sviluppare il giusto legame tra le persone del gruppo che saranno sempre alla stessa lunghezza d’onda.

Terzo tempo

Dopo il “dovere”, viene il piacere. La giornata termina con un debrief collettivo e con il tradizionale terzo tempo, l’occasione migliore per rilassarsi e brindare al ricordo di una esperienza indimenticabile piena di emozioni.

Cosa rimane ai partecipanti?

La certezza che in un team non è mai il singolo a fare la differenza, ma la forza del gruppo.

Contattaci per ulteriori informazioni!

Siamo nel vivo della Coppa del Mondo 2023 di rugby, la manifestazione più importante dedicata all’universo della palla ovale. I migliori atleti del pianeta si sfidano fino all’ultima goccia di sudore per conquistare il titolo ed entrare nella storia. A ospitare il mondiale è la Francia, dopo sedici anni dall’ultimo incarico.

L’8 settembre si è tenuta la sbalorditiva cerimonia di inaugurazione allo Stade de France, Parigi, e ci attende più di un mese di grandi emozioni. Questa edizione della Rugby World Cup, che si concluderà sabato 28 ottobre, cade in un anno particolare, in cui ricorre il duecentesimo anniversario del rubgy.

1823, in un campo da calcio, non molto distante da Birmingham, è in corso una partita di calcio tra allievi della scuola superiore di Rugby. All’epoca era possibile sollevare la palla con le mani, ma non prenderla in corsa. Uno dei giocatori raccoglie il pallone con le mani e sfreccia verso la porta avversaria decretando la nascita di un nuovo sport. Il suo nome? William Webb Ellis. Una storia che ha del leggendario e che continua a essere custodita dalla Rugby World Cup: la coppa assegnata alla squadra vincitrice porta il suo nome.

Sono passati due secoli dall’invenzione e quattro anni dall’ultimo mondiale giocato in Giappone, ma le emozioni restano. Anzi, sono cresciute nell’attesa. Per l’occasione la nostra Club House trasmette le partite della World Cup: potrai guardare i match con i tuoi compagni di squadra.

Il tutto, accompagnato da una buona birra e da un’estrazione di premi a cura del Birrificio Otus! Durante tre partite (29 settembre, 6 ottobre e 28 ottobre) il team Otus sarà presente in Club House per la presentazione di nuove birre. Al termine degli 80 minuti ci sarà un’estrazione di kit regalo offerti proprio da Otus.
Partecipare è semplicissimo! Basterà acquistare una birra Otus al bar della Club House durante l’evento.

Ecco le partite che verranno trasmesse in Club House:

Ti aspettiamo!

Anche la pioggia battente non è riuscita a fermare l’entusiasmo e la gioia che hanno pervaso la festa di fine stagione della Rugby Bergamo 1950, svoltasi il 27 maggio 2023. Nonostante le condizioni meteorologiche avverse, la determinazione e la passione dei partecipanti hanno reso l’evento un successo straordinario.

La giornata è iniziata alle 15:30 con il Torneo Propaganda AcchiappamiLeChiappe, un’occasione unica per genitori e ragazzi di scendere in campo insieme. Le partite miste, che hanno coinvolto giovani rugbisti dai 13 anni in giù, hanno creato momenti di grande divertimento e condivisione. L’atmosfera era carica di energia, con i genitori che si mettevano alla prova e i ragazzi che dimostravano il loro talento sul campo.

Alle 17:00 è stato il momento del Torneo Macedonia, riservato ai ragazzi dai 15 anni in su. Ancora una volta, le squadre miste hanno dato vita a incontri avvincenti e a momenti di grande spettacolo. Nonostante il terreno reso scivoloso dalla pioggia, i giocatori hanno dimostrato una determinazione inarrestabile, mettendo in mostra le loro abilità e il loro spirito di squadra.

Dopodiché, è stata la volta delle premiazioni e del discorso del Presidente. È stato un momento emozionante per celebrare i successi della stagione appena conclusa e per riconoscere gli sforzi e il talento di tutti i giocatori, allenatori e staff che hanno reso possibile tale annata straordinaria.

Ma la festa non si è fermata qui! Nel corso della serata è stata servita una cena deliziosa che ha deliziato il palato di tutti i presenti. Tra casoncelli, scarpinòcc, formaggio fuso, paella e grigliata, l’atmosfera si è riempita dei profumi e dei sapori della tradizione culinaria locale.

Infine, il momento più divertente della serata: la musica e i balli con DJ Dado, direttamente dalla Under 19. I presenti hanno scatenato il loro spirito festaiolo, ballando fino a notte fonda e creando ricordi indelebili. La pista da ballo è diventata il luogo in cui giocatori e genitori si sono scatenati insieme.

Sono tempi entusiasmanti per il rugby giovanile bergamasco! Dopo il grande successo del progetto provinciale Under 19, che presto diventerà Under 18, le quattro società coinvolte hanno deciso di estendere la loro collaborazione alla categoria Under 16. A partire dalla prossima stagione, i giovani talenti provenienti da Bergamo, Ambivere, OrioSeriate, Trescore, Comunnuovo e Zogno si uniranno per formare un unico gruppo sotto il nome di Orobic Rugby Teams.

L’obiettivo di questo nuovo capitolo del progetto è iscrivere due squadre nella categoria Under 16 e integrare i ragazzi provenienti dalle diverse società. Grazie alla possibilità di allenarsi insieme con un gruppo di almeno 30 giocatori, gli allenatori potranno offrire un programma tecnico più avanzato, consentendo ai giovani atleti di crescere e svilupparsi a livello individuale e collettivo.